Logo

Social Login

Collegati per aver accesso ad offerte esclusive e sconti da urlo!

Facebook
Prenota Ora
Logo Borgo tre Rose

Storia delle 8 contrade di Montepulciano


28 novembre 2017

Quando si parla di Montepulciano e in particolare del centro storico, occorre ricordare che questo borgo è costituito da 8 contrade, che tuttavia sono meno conosciute rispetto a Siena, città spesso citata per le sue 17 contrade e il celebre Palio.

L’origine delle contrade poliziane sembra risalire al 1337, come documentato da uno Statuto comunale della città custodito negli archivi del Comune, e oggi se ne parla soprattutto in occasione del Bravio delle Botti, la competizione in programma l’ultima domenica di agosto, della quale vi abbiamo raccontato nel post La sfida fra le contrade del borgo .

Per saperne di più su ogni contrada vi invitiamo a leggere questo articolo e poi a visitare a piedi il centro storico: avrete degli spunti interessanti per approfondire la storia di Montepulciano e del Bravio, originariamente una corsa di cavalli, divenuta nel 1974 una corsa con le botti.

Gracciano

Storia delle 8 contrade di Montepulciano

Credits: https://flic.kr/p/bDoTn5

Gracciano è la contrada più recente e la più grande come estensione, infatti molti palazzi rinascimentali fanno parte di questo territorio.

I colori ufficiali della contrada di Gracciano sono il verde e il nero, mentre fra le attrattive da vedere ci sono la Porta al Prato, l’ingresso principale al centro storico, restaurata da Antonio da Sangallo il Vecchio nel XVI secolo, Palazzo Boddi, la Colonna del Marzocco, Palazzo Avignonesi e Palazzo Tarugi Bernabei.

Consigliamo di soffermarsi a vedere anche Palazzo Bucelli, che un tempo ospitava una ricca collezione di reperti etruschi, oggi esposti in parte al Museo Civico di Montepulciano.

In Piazza Michelozzo noterete la Torre dell’Orologio di Pulcinella, divenuta uno dei simboli della città; i rintocchi della campana scandiscono ancora oggi le giornate degli abitanti.

Gracciano ha vinto finora 7 edizioni del Bravìo delle Botti.

Cagnano

Contrada di cagnano

Credits: https://flic.kr/p/nr4bop

L’abitato di Montepulciano è articolato su tre livelli e la contrada di Cagnano si trova nel secondo, dove ha accresciuto la sua importanza per via delle numerose botteghe artigianali e altre attività commerciali presenti.

In questa parte del borgo si possono ammirare la Porta delle Farine, il Palazzo del Poliziano, dove nacque il poeta Angelo Ambrogini e la chiesa gotica di Santa Maria dei Servi.

I colori della contrada sono il verde e il blu e le vittorie totalizzate al Bravìo sono 10.

Collazzi

Contrada di Collazzi

La contrada di Collazzi non è nota per la presenza di palazzi o altre particolari attrattive, tuttavia si tratta di uno dei quartieri più suggestivi di Montepulciano, perché ne rappresenta l’animo popolare. Si trova sul colle che si affaccia su Pienza e Montefollonico. Qui vivono circa un centinaio di abitanti e nonostante non abbia mai vinto il Bravìo ad agosto, va ricordato che proprio Collazzi è stata la prima contrada a vincere la versione al femminile della gara, la Dama della Botte, un bel riconoscimento per questa contrada. I colori della contrada sono il giallo e il verde.

Le Coste

Le Coste contrada di Montepulciano

In origine, nel tredicesimo secolo, Le Coste era una contrada in cui non abitavano famiglie nobili e oggi include, oltre alla zona all’interno delle mura storiche, anche l’area residenziale di San Biagio. Da contrada considerata povera è divenuta una delle più vivaci e dinamiche; finora ha vinto 8 volte il Bravìo e ha come colori ufficiali il giallo e il blu.

Poggiolo

Contrada del Poggiolo

Il nome Poggiolo deriva dalla posizione della contrada, su un’altura che si affaccia sulla Val di Chiana ed è situata più in basso rispetto al colle dove si trova il centro di Montepulciano.

Da vedere il complesso della chiesa di Santa Lucia, progettata nel XVII secolo da Flaminio Del Turco, e la lapide in memoria di Giuseppe Garibaldi sulla facciata di una casa in cui l’Eroe dei Due Mondi ha soggiornato. Le vittorie complessive del Poggiolo al Bravìo sono 4 e i colori ufficiali sono il bianco e il blu.

Talosa

Contrada di Talosa

Talosa si estende all’interno della più antica cinta muraria di Montepulciano, vicino Piazza Grande, fino alla contrada di Poggiolo. Questa contrada che ha come colori ufficiali il giallo e il rosso, ha nello stemma la Croce dei Cavalieri di Santo Stefano, un tributo al fondatore dell’Oratorio dei Cavalieri di Santo Stefano (oggi noto come Oratorio di sant’Antonio), costruito nel 1700 in via Ricci.

La contrada di Talosa ha vinto 4 volte il Bravìo.

Voltaia

La seconda cerchia delle mura storiche risale al 1157 ed è questa parte che racchiude la contrada di Voltaia, vincitrice di 5 edizioni del Bravìo, l’ultima nel 2017. Il centro della contrada è rappresentato dalla chiesa di San Bartolomeo, costruita nel 1236, e il territorio si estende fino alla Porta della Cavina.

Questa è una delle contrade più popolose del borgo e ha come colori ufficiali il rosso e il nero.

San Donato

Contrada San Donato di Montepulciano

San Donato è al tempo stesso una delle contrade più piccole e una delle più rappresentative, poiché include Piazza Grande, il Duomo, Palazzo Comunale, Palazzo Contucci, Palazzo Nobili-Tarugi e il Palazzo del Capitano del Popolo.

La Rocca Medievale, a breve distanza dalla Piazza, è stata probabilmente edificata sui resti della prima acropoli etrusco-romana e oggi rimangono solo alcune parti a testimoniare la maestosità di questo luogo.

Bianco e rosso sono i colori della contrada, vincitrice di 7 edizioni del Bravìo.

Il borgo poliziano è ricco di tradizioni da scoprire, per questo le sue contrade sono un’opportunità per visitare il centro storico seguendo percorsi differenti dall’usuale.


Facebook

Newsletter

Iscriviti subito per ricevere tutte le ultime novità, le nostre promozioni esclusive e un coupon sconto del 10%!