Logo

Social Login

Collegati per aver accesso ad offerte esclusive e sconti da urlo!

Facebook
Prenota Ora
Logo Borgo tre Rose

Cosa vedere a Castiglione d’Orcia, suggestivo borgo medievale


21 novembre 2018

Immerso tra le morbide colline della Val d’Orcia, nel cuore della Toscana, il borgo di Castiglione d’Orcia ha una storia millenaria che ha visto alternarsi potenti famiglie nobiliari e indipendenza di questo Comune considerato un punto nevralgico lungo la via Francigena.

Questo borgo medievale, che avevamo già citato con la vicina frazione di Rocca d’Orcia e la sua Rocca di Tentennano, uno dei punti panoramici più belli di questa zona d’Italia, può essere scoperto anche in una sola giornata, riservando una visita indimenticabile tra storia e arte.

La storica Piazza il Vecchietta

Piazza Il Vecchietta

Credits: Fabio Poggi [CC BY 3.0 (https://creativecommons.org/licenses/by/3.0)]

La visita di Castiglione d’Orcia non può che cominciare dal suo cuore, la piccola piazza dedicata al pittore del Quattrocento Lorenzo di Pietro, detto Il Vecchietta e nato, secondo la tradizione, proprio a Castiglione. Questa piazza si caratterizza per la particolare forma triangolare e l’irregolare pendenza del piano stradale disegnato da un acciottolato di pietre e mattoni rossi.

Al centro di Piazza il Vecchietta si trova, poi, un pozzo in travertino risalente al 1618 mentre su uno dei lati si affaccia l’antico Palazzo Comunale di Castiglione d’Orcia che custodisce, al suo interno, il mirabile affresco di scuola senese Madonna con Bambino e due Santi.

I capolavori artistici e storici di Castiglione d’Orcia

Cosa vedere a Castiglione d'Orcia, suggestivo borgo medievale

Credits: www.facebook.com/pg/Sala-dArte-San-Giovanni/photos

Proseguendo per le vie tipiche del borgo, che conservano ancora i tratti di epoca medievale con le mura in pietra e i grandi portoni che si aprono, qua e là, incorniciati da piante rampicanti, si arriva alla Sala d’Arte San Giovanni. Questa ex chiesa dell’omonima Confraternita conserva, al suo interno, alcuni dipinti di artisti di scuola senese come lo stesso Lorenzo di Pietro detto Il Vecchietta, Simone Martini, Giovanni di Paolo e Pietro Lorenzetti.

Merita una visita anche la vicina Chiesa di Santa Maria Maddalena, con la facciata duecentesca e l’impianto di origine romanica con abside semicircolare, il tutto sormontato da un campanile a vela.

Altro punto d’interesse imprescindibile se si sceglie Castiglione d’Orcia come meta per una visita di un giorno è la Pieve dei Santi Stefano e Degna. Consacrata nel 1566, conserva l’originale facciata cinquecentesca in arenaria e l’impianto romanico con pianta a croce latina. Anche all’interno di questo edificio, che fu tra i più importanti della città, gli artisti senesi collocarono le proprie opere in omaggio alla figura della Madonna.

Risalire la sommità del borgo medievale

Rocca Aldobrandesca

Credits: Senpai [CC BY-SA 2.5 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.5)]

Castiglione d’Orcia è resa riconoscibile anche dalla Rocca Aldobrandesca che sormonta le sue case e che fu edificata nel decimo secolo dalla nota famiglia feudale. Di questa originaria struttura, oggi, sono ancora visibili l’impianto delle mura difensive in pietra calcarea e parte del palazzo di impostazione tipicamente medievale che fu anche dimora del Conte Riardo.

Rocca di Tentennano

Credits: Irene Sbrilli [CC BY-SA 4.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0)]

La vicina Rocca di Tentennano, con una vista sulla Val d’Orcia e le vie di comunicazione che l’attraversavano decisamente migliore da un punto di vista strategico, fu utilizzata a lungo come sentinella sull’area circostante fino all’abbandono. Ospitò anche Santa Caterina da Siena che qui, secondo la tradizione, imparò a leggere e scrivere grazie ad un miracolo. Oggi questo legame con la cultura è mantenuto grazie all’uso delle sue sale per mostre, eventi ed esposizioni.


Facebook

Newsletter

Iscriviti subito per ricevere tutte le ultime novità, le nostre promozioni esclusive e un coupon sconto del 10%!