Logo

Social Login

Collegati per aver accesso ad offerte esclusive e sconti da urlo!

Facebook
Prenota Ora
Logo Borgo tre Rose

Marciano della Chiana, il borgo più piccolo in Val di Chiana


17 Maggio 2019

Se siete a Montepulciano e avete voglia di organizzare una gita nell’entroterra toscano ad una distanza ragionevole e che vi consenta di far ritorno in hotel in giornata, Marciano della Chiana è sicuramente una delle mete più indicate.

Si tratta di un’incantevole cittadina situata ad appena una trentina di chilometri a nord di Montepulciano: una distanza che potrete percorrere in una mezz’ora di guida in autostrada oppure, per godere ancor di più dell’incredibile paesaggio da cartolina che vi circonda, scegliendo di percorrere una piacevole e non eccessivamente trafficata strada provinciale.

Marciano della Chiana, un borgo incantevole

Marciano della Chiana, il borgo più piccolo in Val di Chiana

Credits: upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/1/13/MarcianoDellaChianaPanorama2.JPG

Marciano della Chiana è un minuscolo paesino arroccato su un piccolo rilievo a 320 metri sul livello del mare. Un’altitudine modesta che però dona un carattere ancor più pittoresco al suo centro abitato. Il turista che vi si avvicinerà da lontano, non potrà fare a meno di innamorarsi della sua rocca che vi troneggia al centro e che domina incontrastata le campagne circostanti.
E che dire dell’imbrunire? Quando il sole si prepara a lasciare spazio alla notte ed il cielo si tinge dei colori del tramonto, Marciano della Chiana si illumina come fosse un piccolo presepe vivente, regalando tutta l’emozione della Toscana più autentica e romantica ed offrendo lo scenario per qualche scatto fotografico d’autore.

Cosa vedere a Marciano della Chiana

La rocca di Marciano

Panorama di Marciano della Chiana

Credits: upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/1/13/MarcianoDellaChianaPanorama2.JPG

Marciano della Chiana affonda le sue origini in età etrusca e fu successivamente popolato anche in epoca romana. Tuttavia, il suo sviluppo definitivo, che portò il paese ad avere le caratteristiche che oggi possiamo ancora apprezzare, avvenne in epoca longobarda.

La splendida rocca che sovrasta la cittadina è proprio di origine longobarda, mentre la cinta muraria ed i torrioni circostanti furono aggiunti in seconda battuta, durante il periodo medioevale. Lo stile architettonico ci dà indicazione di un edificio adibito ad usi militari, il che lo differenzia da molti altri castelli situati nella zona, che avevano al contrario funzione abitativa. La sua posizione strategica, affacciata verso le provincie di Siena, Arezzo e Firenze al contempo, non fa che confermare l’uso prettamente difensivo della rocca.

Architettura religiosa

Madonna con bambino e Santi Giacomo e Cristoforo

Credits: upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/1/1a/Bartolomeo_Della_Gatta_-_Madonna_and_Child_with_Sts_James_and_Christopher_-_WGA01335.jpg

Marciano della Chiana offre ai suoi visitatori anche due pregevoli esempi di architettura religiosa:

  • La Chiesa di Santa Lucia e San Michele Arcangelo, con annesso battistero, al cui interno è anche possibile ammirare alcuni affreschi di Salvi Castellucci, pittore barocco noto anche per le sue opere all’interno della Cattedrale di Arezzo;
  • La Chiesa dei Santi Stefano ed Andrea, al cui interno spicca la Madonna con il Bambino e i Santi Giacomo e Cristoforo di Bartolomeo della Gatta, religioso nonché pittore e miniatore del Medioevo italiano. Sant’Andrea è peraltro anche patrono di Marciano della Chiana, pertanto se vi trovate in zona il 30 novembre potrete assistere ai festeggiamenti in suo onore.

Credits foto di anteprima: Edisonblus [CC BY-SA 3.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)]


Facebook

Newsletter

Iscriviti subito per ricevere tutte le ultime novità, le nostre promozioni esclusive e un coupon sconto del 10%!