Logo

Social Login

Collegati per aver accesso ad offerte esclusive e sconti da urlo!

Facebook
Prenota Ora
Logo Borgo tre Rose

Contrada del Poggiolo, tutto quello che c’è da sapere


30 Novembre 2020

Perché raccontare la storia delle Contrade aiuta a conoscere meglio Montepulciano? Perché questo borgo, così legato alle tradizioni e così caratterizzato dai suoi antichi palazzi e dai suoi prodotti d’eccellenza, ha una vocazione per tutto ciò che rafforza l’identità del luogo, come appunto il rituale del Bravìo delle Botti o il tramandare le attività artigianali.

Nel caso di Montepulciano, le 8 Contrade sono certamente importanti per gli abitanti, ma sono anche un buon motivo per far conoscere meglio la storia della città ai visitatori.

Qui si possono leggere le informazioni generali sulle Contrade poliziane storia-delle-8-contrade-di-montepulciano che rievocano le origini del borgo e ci ricordano che la Toscana è molto ricca di località esistenti dal Medioevo oppure risalenti all’epoca etrusca; proprio come Montepulciano, fondata secondo la leggenda da Porsenna.

Storia della Contrada del Poggiolo

Origini Contrada del Poggiolo Montepulciano

Il Poggiolo è l’altura più bassa del colle principale su cui è situato il borgo di Montepulciano, e da qui deriva il nome della Contrada, che in origine aveva uno stemma in cui c’era un sole che nasceva dal mare; il sole era raffigurato con il colore bianco e il mare con il colore celeste, i due colori che ancora oggi identificano questa Contrada.

Lo stemma attuale, invece, raffigura 3 colli, poiché la Contrada si trova sotto il centro storico. Il Poggiolo (come la Contrada Le Coste) non aveva famiglie nobiliari che appartenevano al suo territorio, ma era abitata solo da popolani.

Per questa ragione non ci sono palazzi nobiliari in questo territorio, tuttavia vanno menzionati il complesso della chiesa di Santa Lucia e la casa parrocchiale tra le peculiarità della Contrada, in quanto attribuiti a Flaminio Del Turco e risalenti al XVII secolo.

Gli abitanti sono perlopiù lungo Via del Poggiolo, ma ne fanno parte anche alcuni che un tempo appartenevano alla Contrada di Gracciano, confinante lungo Via del Macellino e Via di Gracciano nel Corso.

Curiosità sulla Contrada del Poggiolo

Contradaioli del Poggiolo

Credits: https://www.gazzettadisiena.it/bravio-2020-poggiolo-e-coste-vincono-il-memorial-trabalzini-a-sara-tonini-il-premio-bravio-nel-cuore-foto/

Il Bravìo delle Botti è stato ripristinato nel 1974 da Don Marcello Del Balio che era contradaiolo proprio del Poggiolo e che ha il merito di aver sostituito l’antica corsa dei cavalli (la formula originaria del Bravìo) con quella delle botti.

Inoltre, la Contrada ha avuto in passato un ospite illustre, Giuseppe Garibaldi, ricordato da una targa posta sulla facciata di un’abitazione che potrete vedere passeggiando per il Poggiolo.

Riguardo le edizioni del Bravìo vinte dal Poggiolo, finora sono 5: 1982, 1988, 2012, 2015 e 2018.

Per approfondimenti e per sentire il parere di alcuni contradaioli consigliamo di vedere questo video https://youtu.be/W9E-Rt__wlk.

Credits immagine di anteprima:  www.letruria.it.

Bravìo delle Botti Montepulciano


Facebook

Newsletter

Iscriviti subito per ricevere tutte le ultime novità, le nostre promozioni esclusive e un coupon sconto del 10%!