Logo

Social Login

Collegati per aver accesso ad offerte esclusive e sconti da urlo!

Facebook
Prenota Ora
Logo Borgo tre Rose

Teatro Poliziano, il palcoscenico più importante di Montepulciano


4 Settembre 2020

La storia di Montepulciano è strettamente legata al teatro, inteso non solo come un luogo ma come spettacolo e linguaggio, un palcoscenico che è possibile allestire anche all’aperto, come vuole la tradizione del Bruscello.

Il Bruscello Poliziano, infatti, è una forma di teatro popolare rappresentato per secoli da compagnie itineranti di contadini, che innalzando un ramoscello e spostandosi tra le campagne e i borghi, inscenavano uno spettacolo col solo scopo della questua.

In questo articolo, però, parliamo del teatro storico della città, derivato dal Regio Teatro costruito a fine Settecento negli “stanzoni del Monte Pio” sottostanti il Duomo di Montepulciano, il Teatro Poliziano (com’è noto, Poliziano deriva da Mons Politianus, antico nome della città, e dall’umanista e poeta Agnolo Ambrogini, detto il Poliziano, inoltre è anche il sostantivo con cui sono chiamati gli abitanti di Montepulciano). Fu l’Accademia degli Intrigati, attiva nel XVIII secolo in molte attività letterarie e teatrali, ad avviare il progetto del teatro; è molto originale il motto dei membri di quest’accademia: “Il miglior ordin mio è l’esser confuso”.

Spettacoli teatrali in Toscana

Credits: Foto da: Meta(à) di Laura Fatini

Le origini del Teatro Poliziano

Teatro Poliziano, il palcoscenico più importante di Montepulciano

Foto tratta da uno spettacolo di una stagione teatrale precedente al 2020

Il teatro ha una pianta a ferro di cavallo con quattro ordini di palchi, un vestibolo ovale e un ampio ingresso; in origine il progetto dell’architetto Leonardo De Vegni venne respinto perché ritenuto troppo costoso, solo nel 1793 fu approvato il progetto dell’architetto Giuseppe Valentini, ultimando così la costruzione nel 1796.

Nel 1880 l’architetto Augusto Corbi eseguì il rinnovamento totale del teatro con la collaborazione del pittore Rotellini e del decoratore Angelo Franci, da allora questo teatro ha subìto degli interventi di ammodernamento ma è rimasto sostanzialmente inalterato per quanto concerne la struttura.

La gestione è affidata dal 2005 alla Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano, responsabile delle politiche culturali di Montepulciano in prospettiva internazionale grazie alla sinergia con l’Istituto di Musica e con il festival estivo Cantiere Internazionale d’Arte, ideato da Hans Werner Henze, il più prestigioso appuntamento artistico annuale in questa città.

Teatro Poliziano

Il Teatro Poliziano si trova in via del Teatro 4 e consigliamo di consultare la Pagina Facebook per conoscere gli spettacoli in programma https://www.facebook.com/pg/teatropoliziano/.

Visitare questo Teatro è come fare un viaggio nel tempo, per questo lo suggeriamo a chi è in visita a Montepulciano, nel caso sia aperto e sia in corso la rassegna teatrale.

Ingresso teatro Poliziano

Credits: Walter Giannetti / CC BY-SA (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0)

A breve distanza dal Teatro Poliziano c’è un altro luogo storico dal nome simile: il Caffè Poliziano, nato nel 1868 in Via Voltaia del Corso 27. Si tratta di una caffetteria che ha mantenuto il suo originario stile liberty e oggi fa parte dei Locali Storici d’Italia.

Ideale per la colazione, un break stuzzicante o un buon aperitivo, il Caffè Poliziano è celebre per la sua terrazza con vista panoramica sulla Val di Chiana (da non perdere se amate “collezionare” paesaggi memorabili) e per essere una meta amata da tante celebrità, da Carducci a Pirandello, da Giulietta Masina a Mario Monicelli, da Enrico Rava a Mauro Bolognini.

Non mancate una visita per assaporare l’atmosfera magica che solo Montepulciano può offrire.

Posti storici da vedere a Montepulciano


Facebook

Newsletter

Iscriviti subito per ricevere tutte le ultime novità, le nostre promozioni esclusive e un coupon sconto del 10%!